HIVE è pronto a sbarcare in Italia

HIVE, il servizio di monopattini elettrici in condivisione, è ormai pronto a fare il suo sbarco in Italia. A confermare la voce che ricorreva ormai da settimane è stato il nuovo Ceo dell’azienda  Tristan Torres Velat, affermando la sua assoluta sicurezza che il 2019 sarà l’anno della definitiva affermazione per un mezzo di trasporto alternativo considerato ormai fondamentale da molti esperti per un alleggerimento dei livelli di inquinamento ambientale nelle città e per l’ottenimento di una mobilità in grado di comportare notevoli vantaggi anche di carattere economico.
HIVE è stato lanciato nel 2018 a Lisbona da MyTaxi, per poi trasformarsi in un servizio indipendente all’interno di Intelligent Apps, società madre di MyTaxi.
Proprio lo Chief Operations Officer di Intelligent Apps, Jonas Gumny, ha a sua volta ricordato come l’azienda abbia intenzione di dare luogo ad una espansione su molti mercati continentali, tra cui quello tricolore. Una tappa importante all’interno di un processo che potrà contare anche sulla partnership intrapresa con Daimler e BMW, nel quadro dell’imminente fusione dei servizi di mobilità dei due marchi.
Naturalmente HIVE conta anche su una schiarita sul fronte normativo per quanto concerne il nostro Paese, ove la confusione regna ancora sovrana. L’utilizzo del monopattino elettrico è infatti ancora osteggiato dalla polizia urbana e quindi confinato sulle piste ciclabili. Nel corso delle ultime settimane si è però profilata una modifica del Codice della Strada che dovrebbe dare vita ad un sistema di regole ben precise, in modo da assicurare certezze agli utenti. Che da parte loro hanno tributato un notevole successo al monopattino elettrico, come dimostrano i dati di vendita relativi al solo 2017, anno nel quale sono stati venduti lungo la penisola oltre 40mila modelli.

Anche le istituzioni guardano con interesse al monopattino elettrico

Va peraltro sottolineato come anche sul fronte istituzionale qualcosa inizia a muoversi, come dimostra l’interesse dimostrato dal Ministero dei Trasporti verso i progetti pilota che potrebbero presto partire lungo il territorio peninsulare, a partire probabilmente da Torino, la città che si è mostrata più reattiva in tal senso sino a questo momento.
Proprio l’effervescenza del settore ha intanto spinto molti marchi automobilistici a proporre la propria versione di un mezzo considerato fondamentale per impattare in maniera decisa sui livelli di inquinamento che continuano ad appesantire l’aria nelle grandi città. Proprio per cercare di indirizzare al meglio la scelta dei consumatori il web propone un nutrito elenco di siti che sono in grado di fornire preziose informazioni al proposito e consigli interessanti per gli acquisti anche per i monopattini elettrici per bambini e adolescenti.